Le interrogazioni e le interpellanze discusse nella seduta del 14 novembre

Data della notizia: 
Martedì, 14 Novembre, 2017
Question time e interrogazioni

ll Consiglio regionale, presieduto da Fabrizio Cecchetti, ha affrontato questa mattina la discussione di una serie di interrogazioni nel Question Time. Questi i temi della discussione.

Convenzione con VVFF per incendi boschivi
Attivare la convenzione col Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco per la prevenzione e la lotta contro gli incendi boschivi, dando un congruo contributo per potenziare le attività e i mezzi. Lo chiede l’interrogazione presentata da Paola Macchi (M5S) e firmata anche da Luca Marsico (FI) e Luca Ferrazzi (Lista Maroni). L’Assessore alla Sicurezza e Protezione Civile Simona Bordonali ha spiegato che si sta lavorando per il rinnovo della convenzione , che prevede un contributo annuo di 300 mila euro, e sulla quale si attende il via libera a livello nazionale. “Auspico - ha detto l’assessore - che entro fine novembre venga definita”. La convenzione comprenderà anche regole sull’addestramento e la formazione del personale.

Variante di Zogno (BG)
I ritardi nell’avvio del secondo lotto della variante saranno recuperati. Lo ha spiegato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, in risposta a un question time di Roberto Anelli (Lega Nord). L’assessore ha anche confermato lo stanziamento regionale di 33 milioni di euro per l’infrastruttura. “L’attuale fase di stallo è dovuto al gravoso lavoro burocratico, effetto della riforma del codice degli appalti,  in capo alla Provincia di Bergamo – ha detto Sorte -. Quanto più preciso e dettagliato sarà il progetto tecnico quanto più celermente potranno poi essere eseguiti i lavori, rendendo possibile un recupero sui tempi previsti”. “Ad oggi non abbiamo un nuovo crono-programma – ha sottolineato Anelli – ma siamo fiduciosi che la disponibilità dei finanziamenti messi a disposizione dalla Regione e la supervisione di Infrastrutture Lombarde garantiscano una celere conclusione dei lavori”.

Autostrada Val Trompia
Entro il 2017 riapriranno i cantieri per la realizzazione del collegamento autostradale della Val Trompia. La data, annunciata proprio ieri dal ministro delle Infrastrutture Delrio, è stata confermata oggi dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, in risposta a un question time (primo firmatario Fabio Rolfi, Lega Nord con Daniela Maroni e Antonio Saggese – Lista Maroni). “Il Commissario ad acta sta appunto lavorando con Anas per la riapertura dei cantieri”, ha assicurato Sorte.
Abbiamo già assistito a diversi crono programmi, sempre di volta in volta disattesi e riaggiornati – ha puntualizzato Rolfi –. Speriamo che questa sia davvero la volta buona, sollecitando ANAS affinché davvero con l’inizio del 2018 riprendano i lavori”.

Linea ferroviaria Pavia-Mortara-Vercelli
Entro la fine dell’anno sarà ripristinata la circolazione del treno ATR 125 sulla tratta Pavia- Mortara-Vercelli. L’annuncio è stato comunicato oggi dall’assessore regionale alla Mobilità, Alessandro Sorte, in risposta a un question time (prima firmataria Silvia Piani e Fabrizio Cecchetti, Lega Nord) che aveva sollevato la grave situazione di criticità, disservizi, soppressioni e ritardi nei collegamenti. “Sono particolarmente soddisfatta dell’impegno assunto da Regione Lombardia per la soluzione di una situazione che gravava enormemente sui tanti pendolari, studenti e lavoratori, che devono poi accedere alle diverse corrispondenze presso la stazione di Mortara”, ha commentato la consigliera Piani.

Impiego fanghi di depurazione in agricoltura
Un’interrogazione firmata da Andrea Fiasconaro (primo firmatario) ed Eugenio Casalino (entrambi del M5S) con Marco Carra (PD), sollecita l’adozione della linee guida per l’adozione da parte dei Comuni del regolamento sulle modalità di utilizzazione agronomica dei fanghi di depurazione. L’Assessore all’Ambiente Claudia Terzi ha spiegato che la Regione ha già ampiamente disciplinato la materia e che nuove linee guida non solo non sono necessarie ma rischierebbero di creare confusione e rendere ancora più complessa la situazione. Fiasconaro, nella sua replica, ha sottolineato come l’obiettivo  della mozione delle Commissioni non fosse quello di mettere in dubbio il lavoro della Regione, piuttosto quello di realizzare un testo unico per aiutare i Comuni a districarsi tra le varie delibere regionali. 

Stabili ALER di via Bolla Milano
Un vero e proprio SOS quello lanciato oggi da Silvia Fossati (Patto civico) e da Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia),  rispettivamente promotori di due diversi interventi, sulla situazione di degrado e di abbandono dei tre edifici ALER di via Bolla, a Milano. “Della questione -  ha risposto il Sottosegretario Daniele Navasi stanno interessando anche Questura e Prefettura soprattutto per quanto riguarda i profili di sicurezza. Per quanto riguarda la lotta all’abusivismo sia ALER sia Regione Lombardia si stanno adoperando per quanto di loro competenza, anche con l’installazione di 39 telecamere di sorveglianza”.  “Al momento – ha commentato Silvia Fossati -  non abbiamo ricevuto nessuna risposta dettagliata su come Regione Lombardia, tramite ALER, voglia intervenire sui problemi di manutenzione e di degrado. Non è sufficiente buttar fuori dagli alloggi gli abusivi se poi non si procede celermente a nuove assegnazioni”. Più esplicito De Corato che ha parlato di vera  emergenza di ordine pubblico. “Si tratta – ha detto De Corato – di una situazione che espone a gravi rischi i residenti regolari. Non intervenire equivale a diventare corresponsabili: la situazione non è più tollerabile e mi auguro che Regione Lombardia faccia pressioni su Questura e Prefetto”.

Torri di Zingonia
Regione Lombardia attivi subito un Tavolo di confronto con tutti gli utenti per trovare una soluzione equa e dignitosa per i proprietari di alloggi nelle torri di Zingonia, ora in fase di esproprio. La richiesta viene da Chiara Cremonesi (Insieme per la Lombardia)  che ha sollevato perplessità circa l’Accordo di programma che prevede uno stanziamento di 4milioni e 200 mila euro per gli espropri e l’abbattimento degli edifici, con un indennizzo di 90euro al metro quadrato per i proprietari e agevolazioni sull’affitto in alloggi ERP. L’impegno di Regione Lombardia per trovare soluzioni eque e dignitose è stato confermato dal Sottosegretario Daniele Nava, che ha assicurato la continuazione degli incontri promossi da ALER Bergamo.

Recepimento delle nuove linee guida per i tirocini formativi
Il 25 novembre scade il termine per il recepimento delle nuove linee guida per i tirocini, approvate dalla Conferenza Stato Regioni. Al proposito il gruppo PD ha presentato un’interrogazione (che è stata illustrata in Aula da Enrico Brambilla, primo firmatario) con la quale si chiede conto del recepimento di tali linee guida da parte della Giunta. L’indicazione emersa dalla Conferenza Stato Regioni, infatti, sono mirate ad esercitare un maggior controllo sullo strumento dei tirocini, che non costituiscono un rapporto di lavoro, ma una metodologia formativa. Questo al fine di  vigilare e far emergere le eventuali forme di lavoro subordinato, mascherate da tirocini. Il Sottosegretario Ugo Parolo, che ha risposto per la Giunta, ha confermato che la delibera al proposito verrà discussa  il 20 novembre e quindi trasmessa al Consiglio.

Hospice Treviglio
Garantire la continuità delle prestazioni all’Hospice di Treviglio (BG) che fornisce assistenza alle famiglie della bassa bergamasca. Lo chiede l’interrogazione del PD, illustrata da Mario Barboni, che ha annunciato che è stata avviata anche una raccolta firme, che vede coinvolti 30 sindaci del territorio. Da due anni, si legge nel documento, si attende la messa a contratto e che l’Hospice sta garantendo con fondi propri a integrare la disponibilità del centro per garantire assistenza alle famiglie. Francesca Brianza, assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale e Post Expo, ha spiegato che si sta valutando “sulla base delle risorse disponibili se sia fattibile definire una specifica programmazione delle possibilità di contrattualizzazione da formalizzare in successivi provvedimenti di Giunta”. Barboni si è detto insoddisfatto della risposta.

Carne avariata Ospedale S. Carlo Milano
Dall’indagine dei Nas della Toscana sull’ azienda “Alessio Carni” è emerso che tra gli appalti ci fosse anche Regione Lombardia e che prodotti avariati finissero anche all’Ospedale San Carlo di Milano. Nell’interrogazione, il primo firmatario Riccardo De Corato (FDI) chiede alla Giunta maggiori dettagli e quali  misure intenda prendere, visto che non si possa escludere che carne avariata possa essere finita anche in altri ospedali lombardi. “Il San Carlo non ha mai riscontrato anomalie o problemi relativi alla qualità dei prodotti alimentari” ha detto Francesca Brianza, Assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale e Post Expo.

Finanziamenti Finlombarda
I ritardi nella concessione dei contributi alle imprese ammesse al finanziamento di Finlombarda Spa sono stati al centro infine di un’ interpellanza presentata dai Consiglieri PD Alessandro Alfieri ed Enrico Brambilla alla quale ha risposto l’assessore all’Economia Massimo Garavaglia.

Area Tematica: 
Top