In Consiglio regionale domani la consegna di una benemerenza al professor Silvio Garattini

per i meriti medico-scientifici riconosciuti a livello internazionale e l’impegno nello sviluppo della ricerca farmacologica

La cerimonia domani alle ore 10 in Aula consiliare con i Presidenti Alessandro Fermi e Attilio Fontana
Alla ripresa pomeridiana dei lavori la commemorazione del professor Franco Mandelli

 

 

Milano, 16 luglio 2018 – Regione Lombardia premia il professor Silvio Garattini in occasione dei suoi 90 anni, assegnandogli una benemerenza per i meriti medico-scientifici riconosciuti a livello internazionale e l’impegno instancabile nello sviluppo della ricerca farmacologica.
La benemerenza sarà consegnata domani martedì 17 luglio alle ore 10 nell’Aula consiliare di Palazzo Pirelli, durante una cerimonia all’inizio della seduta di Consiglio regionale: a consegnare il premio saranno il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il Presidente della Giunta regionale Attilio Fontana, che nei loro interventi introduttivi porteranno il ringraziamento e il plauso dell’istituzione regionale.
Dobbiamo fare di più per la ricerca scientifica –evidenzia il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi-: l’Italia si posiziona sotto la media dell’Unione europea, e fra le cause c’è sicuramente una carenza di investimenti. A fronte di una media europea di spesa in ricerca e sviluppo del 2,03% del prodotto interno lordo, l’Italia investe solo l’1,29%, decisamente poco, se si considera inoltre che l’obiettivo per il 2020 è fissato al 3%. Nonostante questi dati poco felici, la nostra regione ha la fortuna di ospitare alcuni centri di avanguardia e di eccellenza in ambito medico e di ricerca come l’Istituto dei Tumori, lo IEO, il Besta e l’istituto farmacologico Mario Negri, ma a livello nazionale tanto si può e si deve ancora fare”.
Il professor Silvio Garattini, nato a Bergamo il 12 novembre 1928, è stato fondatore e direttore dell'IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, è autore di centinaia di lavori scientifici pubblicati in riviste nazionali e internazionali e di numerosi volumi nel campo della farmacologia. Sotto la sua direzione sono stati 7mila i giovani laureati dell’Istituto Mario Negri, oltre 14 mila le pubblicazioni e 250 i volumi prodotti.

Fa parte del “Gruppo 2003” che riunisce i ricercatori italiani altamente citati nella letteratura scientifica internazionale. Dal dicembre 2017 è Presidente del Cluster lombardo “Scienze della Vita, che raccoglie tutti gli attori pubblici e privati impegnati nell’ambito di diagnostica, terapie avanzate, farmaceutica, medical device e tecnologie applicate alla salute, per facilitare al meglio il progresso delle scienze della vita in Lombardia e la creazione di nuove opportunità di business tra gli associati.

Sempre domani, alla ripresa pomeridiana dei lavori di Consiglio regionale prevista per le ore 14.30, il Presidente Alessandro Fermi commemorerà il professor Franco Mandelli, scomparso nella giornata di ieri e da tutti riconosciuto come il padre dell'ematologia italiana: bergamasco, si e' spento a 87 anni dopo una vita passata a combattere contro le malattie del sangue e in particolare la leucemia, “una malattia che, grazie a lui e al suo instancabile lavoro di ricerca, oggi fa meno paura”.

 

Aurelio Biassoni
Struttura Stampa
Regione Lombardia – Il Consiglio
Tel. 02/67482073 – 335/6470190 – Fax 02/67482545
aurelio.biassoni@consiglio.regione.lombardia.it
www.consiglio.regione.lombardia.it 
www.lombardiaquotidiano.com