Rho, il mercato comunale festeggia 400 anni

Il mercato di Rho festeggia 400 anni. Da quattro secoli infatti le bancarelle che da sempre ogni lunedì animano le vie centrali attorno al Castello e la Chiesa di S. Vittore sono un appuntamento fra i più importanti per estensione non solo in Lombardia ma in Italia.Più di 300 bancarelle, una superficie vendita di quasi 12 mila metri quadrati: questi sono infatti i numeri il grande mercato di Rho.
Il compleanno cade il 1 ottobre, data in cui, nel 1618, arrivò dal Ducato di Milano il via libera all’appuntamento commerciale cittadino “con merci, bestiame e robe da vendere e comprare”, come recita la pergamena con la quale si diede il via alle bancarelle. Nel 2009 il mercato di Rho ha ricevuto da Regione Lombardia il prestigioso riconoscimento di mercato di valenza storica e di particolare pregio. I festeggiamenti di oggi si fanno in grande. Nella mattinata è stata inaugurata all’Auditorium di via Meda una mostra curata dallo storico locale Pietro Airaghi che è un vero e proprio tuffo nel passato, con foto e documenti rari. La mostra resterà aperta fino al 15 ottobre  (lunedì mattina ore 9.00 – 12.00 e dalle 16.00 – 19.00; sabato e domenica ore 10.00 – 12.00  e dalle 16.00 – 19.00). Per l’occasione è stato lanciato anche uno speciale annullo filatelico, mentre alle 18 si è svolta una conferenza dal titolo “ Il Mercato Storico di Rho, storia e aneddoti”. I mercati– ha sottolineato il Presidente della Commissione Cultura di Regione Lombardia Curzio Trezzani rappresentano una delle tradizioni più importanti da salvaguardare. Il giorno delle bancarelle come quello di Rho, fatto nel centro della città, non rappresenta infatti solo un momento commerciale ma un elemento di socialità e di scambio comunitario di straordinaria importanza. Tradizioni così non possono morire, ma vanno custodite perché rappresentano l’anima dei nostri paesi e delle nostre città”.
I
n occasione del Compleanno il mercato è stato visitato anche dal Presidente della Regione Attilio Fontana, presenti anche il Vice Presidente del Consiglio Carlo Borghetti (PD), i consiglieri regionali della Lega Simone Giudice e Silvia Scurati  e il Deputato del Carroccio Fabrizio Cecchetti.