Un mare di laghi, dove fare il bagno in Lombardia/2

Continua il “tour acquatico” di Lombardia Quotidiano alla scoperta dei fiumi e dei laghi lombardi, i quali si possono rivelare un’ottima alternativa alle spesso affollatissime piscine e ai lunghi viaggi in macchina per raggiungere il mare. Come antidoto a queste roventi giornate estive, dopo la provincia di Varese (https://bit.ly/2Y2qg3u), vi portiamo oggi alla scoperta delle località in provincia di Como in cui è possibile farsi un tuffo in acque fresche e pulite, il più delle volte a pochi chilometri da splendidi paesini e da alcune delle più belle ville d’Italia.

Montagne, parchi in fiore, ville di delizia che sono scrigni di capolavori d’arte e acqua limpida: è questa la combinazione che rende il lago di Como uno dei più amati del mondo, anche dal jet set hollywoodiano, che sempre più spesso decide di sposarsi o di comprare casa sulle sue rive.

Abbiamo dunque selezionato alcune delle spiagge più belle della sponda occidentale del Lario, sia “selvagge”, sia attrezzate, dove rilassarsi e abbronzarsi, magari dopo una gita a Villa Carlotta, a Villa d’Este o a Villa del Balbianello (solo per citarne alcune):

Cernobbio – Considerato il “salotto buono” del lago di Como, anche per la presenza di splendide ville nobiliari come Villa d’Este o Villa Erba, la località sulla punta dei due rami è per lo più caratterizzata da stabilimenti attrezzati ed eleganti, dotati anche di spa, area massaggi e ristoranti gourmet. Prima o dopo il bagno, non perdetevi la visita al Giardino della Valle, splendido e variegato giardino botanico su un terreno che solo trent’anni fa serviva da discarica abusiva.

Bellagio – Conosciuta come “la perla del lago”, Bellagio è una delle località più famose e romantiche di Como e dintorni. La posizione meravigliosa, gli alberghi eleganti ed i vicoli suggestivi richiamano ogni anno moltissimi turisti da tutto il mondo. Dopo aver passeggiato per le vie di questo splendido paese rilassatevi nell’omonimo lido, a pagamento ma attrezzato, posto vicino all’ingresso dell’ottocentesca Villa Melzi, i cui giardini all’inglese meritano assolutamente una visita.

Brienno – Si tratta di un paesino di soli 337 abitanti, a soli 17 chilometri di distanza da Como, tanto piccolo, quanto grazioso. Il Lido di Brienno è ad accesso libero, ma c’è la possibilità di noleggiare ombrelloni e lettini e si accede direttamente all'acqua attraverso una scaletta. Ciò che rende veramente speciale questa località, però, è proprio il borgo che sorge alla spalle del lido, piccolo e arroccato, che regala scorci pittoreschi ad ogni angolo.

Nesso e Careno – Di fronte a Brienno, sull’altra sponda del lago, si trova, poco distante da Como, l’antico borgo di Nesso. Dopo una visita al nucleo storico del paese, con il ponte romanico della “Civera” e l’omonimo Orrido, formato dalla confluenza dei torrenti Tuf e Nosè che precipitano per 200 metri, recatevi alla spiaggia di Careno. Composta in parte da sabbia naturale, in parte da prato, si raggiunge a piedi tramite un percorso pedonale che si snoda all’interno dell’antico borgo.

Lenno e Ossuccio – Situato nella parte superiore del braccio occidentale del lago, Lenno (che fa oggi parte di Tremezzina) vanta numerose spiagge: il Lido di Lenno, attrezzato e con tutti i comfort, costituito da un’ampia piattaforma ricoperta di sabbia, dotata di scalette che conducono direttamente in acqua; la spiaggia di Campo, che è una piccola distesa di sassi alla foce del fiume Perlana, proprio nel punto in cui si getta nel lago;  la spiaggia erbosa nei pressi del Golfo di Venere, situata al termine del lungo lago. Una volta a Lenno, vale la pena visitare la famosa Villa del Balbianello, che ha ospitato letterati e viaggiatori e da cui si gode una delle più belle viste sul lago. Come Lenno, anche Ossuccio è diventato parte del comune di Tremezzina e la sua spiaggia libera offre un soffice manto erboso dove distendersi all’ombra degli ulivi. La vista è unica: proprio davanti a voi si delinea l’Isola Comacina, con la sua natura lussureggiante, mentre dietro spicca il campanile della chiesa di Santa Maria Maddalena, celebre per la sua guglia in stile gotico-moresca sovrapposta in un secondo momento al campanile romanico in pietra e diventato simbolo del Lario per la sua particolarità.

San Siro – Vicinissima a un ampio parcheggio e facilmente accessibile è la tranquilla spiaggia di Santa Maria, proprio sotto l’omonima chiesa parrocchiale. In questo punto del lago non manca mai il vento, soprattutto nel pomeriggio, e, quindi, la spiaggia di San Siro accontenta anche chi proprio non può sopportare il caldo. Oltre ad essere una spiaggia solitamente poco affollata e ventilata, la spiaggia di Santa Maria ha anche il pregio di trovarsi nei pressi di uno dei borghi più caratteristici del lago, Rezzonico, un intrigo di viuzze e scalinate tutto da scoprire.

Domaso – Questo antico borgo di pescatori, nella zona nord occidentale del lago, in virtù della sua posizione, alla fonte del torrente Livio, è il luogo ideale per gli sport nautici. Nella spiaggia di Domaso è infatti possibile noleggiare tutta l’attrezzatura necessaria per praticare il windsurf.

Questa è solo una selezione delle tantissime spiagge e località balneari in provincia di Como. Su internet, e in particolare al sito https://www.lakecomo.is/it/, si trovano numerosi approfondimenti e ulteriori informazioni.

Grazia Barbieri